Poesia - Cristina Parente - POESIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Poesia - Cristina Parente

Vetrina degli Autori

CRISTINA PARENTE, nata a La Spezia nel 1965, risiede a Recco (Genova). Si è laureata in Lingue e Letterature Straniere e Moderne all’Università di Genova presentando la tesi "La concezione della donna in Dante Alighieri e in D. G. Rossetti", classificatasi terza al premio nazionale "Città di Torino" e recensita sul N.4/98 della rivista "Cultura e Società".
Ama il disegno fin dalla più tenera età e si è avvicinata alla pittura nel corso degli anni, sperimentando varie tecniche e materiali, tra cui la ceramica, per approdare nel ‘96 al dipinto su ardesia.
Quasi parallelamente alla pittura scoprì, più per ragioni interiori che per ambizioni letterarie, uno spontaneo interesse per la composizione poetica, forse per ritrovare "un ricco tesoro sepolto da un’eternità", un’espressione più autentica tra se stessa e il mondo.


PUBBLICAZIONI E RICONOSCIMENTI


Poesie e Narrativa


Poesie partecipanti a premi, pubblicate nelle seguenti antologie:
·  1989 - "Poesie per un bambino", a cura di F. Ballero, All’Insegna del Grillo, Genova;
·  1989 - "Antologia dei Sabati Letterari fiorentini 1989/90", a cura dell’Accademia Alfieri (MI);
·  1990 - "L’Autodidatta 1990", Artecultura, Milano;
·  1990 - "Spiragli - Antologia di giovani poeti", a cura di A. Villa, Nuova Brianza, ed. Cassago (CO);
·  1998 - "Come colombe dal disio chiamate", Ibiskos Editrice, Empoli (FI);
·  1998 - "Poesie d’Italia", a cura del C.L.I.;
·  1998 - "Vivere il mare", Ed. Tigullio-Bacherontius, S. Margherita L. (GE);
·  1998 - "Oltre la vita", Ed. Tigullio-Bacherontius, S. Margherita L. (GE).

Poesie pubblicate nelle seguenti antologie:

·  1989 - "Poeti e Novellieri Contemporanei", Golden Press ed., Genova;
·  1994 - "Poeti e Novellieri", Golden Press ed., Genova;
·  1996 - "Fior da Fiore", Golden Press ed., Genova;
·  1997 - "Ritratti poetici", (raccolta personale), Golden Press ed., Genova.
·  1997 - "La Casa Parlante" (Gruppo poetico universitario aderente al Manifesto dell’Antilibro promosso da Marta Vincenzi), di A. Burlando e Pippo Piersantelli, Totalprint Ed., Genova.

Racconto pubblicato nella seguente antologia:
·  1998 - "Racconti d’Italia", a cura del C.L.I.

Pittura


·  1995 - Collettiva alla Sala Primi (Rapallo);
·  1996 - Collettiva al Castello di Rapallo;
·  1996 - Collettiva al Caffè Mazzini (Rapallo);
·  1996 - Personale alla Gelateria Cavassa (Recco);
·  1998 - Collettiva alla "Galleria degli Artisti" (Rapallo);
·  1998 - Personale a Portofino (Oratorio – Via Roma);
·  1999 - Personale a Boccadasse (Via Aurora, 8r).

Premi e riconoscimenti

· 1990 - 6° premio al concorso del C.L.I. di F. Fioretti (LT);
· 1998 - Diploma di finalista al premio "Vittorio G. Rossi" , diretto da M. Delpino, Santa Margherita Ligure (Ge);
· 1998 - Diploma di finalista al premio "Carol Delfranco", diretto da M. Delpino, Santa Margherita Ligure (Ge);
·  1998 - 3° premio assoluto per l’opera "La concezione della donna in Dante Alighieri e in D. G. Rossetti" (tesi di laurea) al premio letterario "Città di Torino" promosso dal Centro Studi Cultura e Società di Torino;
· 1998 - Segnalazione di merito per l’opera "Venere rivisitata" (pastelli olio su ardesia, 30x20) al "Premio per la Pace" promosso dal Centro Studi Cultura e Società di Torino;
· 1999 - 4° premio al concorso "La Campana" promosso dalla Pro Loco di Avegno (Ge).


libro Ritratti poetici

CRISTINA PARENTE - Ritratti poetici - Golden Press - Formato 13 x 20 - Pagine 32 - Codice 60241

La prima raccolta personale di poesie di Cristina Parente, pubblicata nel 1997 dalla "Golden Press" Editrice, Genova, intitolata "Ritratti poetici", si compone di 2 parti: "Ritratti dell’anima" e "Ritratti della natura". “Le brevi liriche di questa raccolta possiedono l’andamento lieve e sognante di una carrellata di sguardi sulle cose; le cose più semplici e nello stesso tempo eterne, quelle che si possono descrivere senza utilizzare troppo le tinte del realismo e riuscendo tuttavia a darne un’immagine effettiva e convincente, trascinante.” Nell’antologia troviamo i “Ritratti dell’anima” e i “Ritratti della natura”, “come in una fotografia d’arte fatta però con la penna, con il suono delle sillabe, con l’utilizzo sapiente delle assonanze e delle consonanze in senso melodico” [Prefazione di A. Mancuso]. Le poesie si susseguono con ritmo incalzante scandendo le fasi del giorno e della notte, delle stagioni e della vita, tra realtà e sogno, verità ed apparenza. Spinta da una pulsione sconosciuta [“non ho ancora/ conosciuto la forza/ che fa muovere/ il Mondo”], la vita non si esaurisce in una descrizione realistica e naturalistica, poiché  “oltre è l’etereo confine tra il cielo e la terra./ Oltre è mistero/ e la sua ombra/già ci abbaglia”.


OPERE FIGURATIVE


La maggior parte delle opere figuranti in questa sezione sono state realizzate su ardesia grezza o levigata. L’ardesia è la tipica pietra ligure, largamente diffusa in Val Fontanabuona e conosciuta ormai in gran parte del mondo, dal tipico colore grigio scuro che diventa nero se trattata con l’apposita cera. Con l’ardesia si realizzano tegole per tetti ed altri rivestimenti edilizi, oggettistica, tavoli da biliardo (rinomato il tavolo presente nel Centro Espositivo Chiapparino di Cicagna che fu utilizzato nel celebre film "Il colore dei soldi", intepretato da Paul Newman e Matt Dillon ) e le tradizionali lavagne di scuola, rimaste impresse nella nostra memoria tanto che turisti e visitatori usano impropriamente il termine "lavagna" per denominare l’ardesia.
Cristina Parente ha iniziato a dipingere su ardesia nel 1996; da allora ha desiderato affinare la sua pittura su questo materiale, adottando tecniche diverse (pastelli e tempere ad olio, acrilico) e lastre di piccole o grandi dimensioni. La pittura su ardesia rappresenta per l'artista una preziosa soddisfazione, specie da un punto di vista creativo, per la viva emozione che suscita in lei il forte contrasto dei colori col nero della pietra e per un maggior contatto tra la stessa, il mezzo pittorico ed il materiale.
I temi delle opere riguardano prevalentemente i paesaggi, con particolare preferenza per i soggetti marini, i ritratti umani e di animali.
Oltre ai dipinti su ardesia figurano in questa rassegna alcune opere su tela realizzate con la tecnica ad olio, nonché acquerelli e pastelli su carta.




dipinto di Cristina Parente 1
dipinto di Cristina Parente 2
dipinto di Cristina Parente 3
Torna ai contenuti | Torna al menu