Poesia - Grazia Apisa Gloria - POESIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Poesia - Grazia Apisa Gloria

Vetrina degli Autori

Grazia Apisa Gloria vive a Genova. Pedagogista e psicoanalista, è docente di Filosofia e Psicologia.
Ha pubblicato racconti, favole e poesie: "Il linguaggio dei sogni", (Genova, 1994) con la Nuova Editrice Genovese; "Stelle d'Igea", favole ispirate ad un sogno (Genova, 1994); "Scacco matto alla ragione - La strada di San Diego - due racconti e 11 poesie" (Genova, 1994); "Ti amo - Dalla dialettica al dialogo" (Genova, 1994); "Luce bianca nel sentiero" (Genova, 1994) con la Silver Press; "Senza Traccia" (Genova, 1995), "Il fiore del gelsomino" (Genova, 2007), "La strada Bianca" (Genova, 2007), "Quell'Aprile antico" (Genova, 2007), "L'infinito e il suo sogno" (Genova, 2007), "Nell'attimo eterno" (Genova 2008), "Il Dio di luce" (Genova, 2008), "Nella città della luce e del sogno" (Genova, 2008), "Mi chiederai di nascere" (Genova 2008), "L'Incontro" (Genova, febbraio 2009) con la Golden Press..
Ha pubblicato due sillogi di liriche nei quaderni di letteratura "Angeli e Poeti" con la editrice Miano ed altre sue poesie sono state inserite in varie antologie edite a Genova, (Silver Press e Golden Press) Roma (editrice Pagine) e Milano (editrice Miano).
Della sua poetica si fa menzione nella "Storia della Letteratura Italiana - Il II Novecento" (Capitolo V "Nuovi orientamenti del linguaggio poetico") a cura di Ivo Lovetti, nel "Dizionario dei Poeti" a cura di R. Venturiello e A. Scavo e nel "Dizionario degli autori italiani contemporanei" a cura di G. Miano, edizione 2006 editrice Guido Miano.
Nel volume "Poeti scelti per il Terzo Millennio" è stata pubblicata una monografia su "l'opera di Grazia Apisa Gloria, tra filosofia psicologia e arte" curata da Ferruccio Masci (Milano, 2008) editrice Guido Miano.


___________________________________________________________________________________________________________________________________

RACCOLTA "IL DIALOGANTE"



Il fiore del gelsomino, 2007
Euro 10

La strada bianca,2007
Euro 10

Quell'aprile antico, 2007
Euro 10

L'infinito e il suo sogno, 2007
Euro 10

Nell'attimo eterno, 2008
Euro 25

Il Dio di luce, 2008
Euro 20

Nella città della luce e del sogno, 2008
Euro 10

Mi chiederai di nascere, 2008
Euro 20

___________________________________________________________________________________________________________________________________

L'Incontro, 2009
Euro 20

"Nel silenzio delle voci
la parola…"

L'incontro di cui qui si tratta è con l'invisibile.
La parola nasce nel silenzio delle voci, nella sospesa concentrazione sulla Presenza.
In tal senso questo libro può essere una continuazione del Dialogante.
La Presenza è Presenza all'Amore dell'Altro percepito nel pensiero.
Gli incontri che pur si danno nella concretezza visibile sono consustanziali a questo Incontro.

Si direbbe fuori dalla temporalità l'incidenza poetica di Grazia Apisa Gloria che proietta le proprie immagini di luce sullo schermo dell'universale. Ed è sotto molteplici aspetti che incombe e si manifesta quella luce, quale veicolo della verità. Ha spiegato Ferruccio Masci nello studio monografico L'opera di Grazia Apisa Gloria tra filosofia, psicologia ed arte: "È allora possibile affermare che la poesia di Grazia Apisa Gloria è una poesia della luce e per la luce, una poesia che vuole e sa infrangere i divieti autoposti da una ragione asfittica, l'anelito caparbio e determinato teso alla soddisfazione del superamento dei supremi limiti gnoseologici, l'estrema violazione dello spazio e del tempo, la ricerca insonne di un varco, dell'anello che non tiene, la certezza che l'amore è e sarà quella porta che ci immette nell'assoluto". A sua volta Ivo Lovetti ha precisato che la verità "rischiara il passato, avvolge i corpi, ridesta alla bellezza"; e così anche "il pensiero / come dirsi infinito / più carne della carne". (La bambina di luce); e, riguardo al modello estetico adottato, "la componente onirica e metafisica si inserisce senza forzature nel tessuto poetico che ne stempera ogni oscurità possibile". Lo stesso critico ha evidenziato altresì nei Contributi per la Storia della Letteratura Italiana. Il Secondo Novecento (2004) che "le formule linguistiche più significative sono comunque le anafore ("Se un mattino dal mare... Se una sera dal mare... Se una notte dal cielo" (Radiosità) e le aggregazioni di parole. Il poeta si riappropria infine del ruolo di veggente, di incursore privilegiato dei territori del sogno e dell'inconscio, delle più rarefatte altitudini dove l'anima entra in sospensione".
Guido Miano - Da: Dizionario Autori italiani contemporanei, Guido Miano Editore, pag. 18.

___________________________________________________________________________________________________________________________________

Grazia Apisa Gloria - O-sceno, oltre la scena

Grazia Apisa Gloria - O-sceno - Oltre la scena
Euro 20,00 - ISBN 978-88-89558-55-3

Il libro è dedicato a Jean Baudrillard e a Silvia Montefoschi.
In questi scritti poetici l’osceno è ciò che allo sguardo dei più resta confinato nell’invisibile. È proprio questa invisibilità a renderlo osceno, fuori dalla scena. La scena è il visibile, ciò che volutamente è reso visibile. L’ordine del visibile è quello del vedere con l’organo della vista.
L’organo del visibile dell’osceno è lo sguardo a distanza di chi tratta qualcosa che è possibile percepire con un nuovo senso, quello del pensiero. Oltre la scena quindi, oltre i cinque sensi: di questo si tratta.

Nel mondo ciò che è più visibile è l’apparire.
La vicinanza dello sguardo induce all’adesione immediata al mondo dell’oggettualità, a cui appartengono tutti gli oggetti, tutto il cosiddetto visibile. Comunque tutto ciò che può entrare a far parte della scena.
La distanza dello sguardo è il  riflettersi del soggetto all’interno di sé e nella relazione con l’altro soggetto: l’intersoggettività dei due, il cui unico trattamento è l’amore che è sempre l’amore nella reciprocità.
Chi può vedere questo Amore? Chi già lo tratta in sé e con l’altro.
Per chi ancora tratta la scena, l’amore che si mette in scena nel visibile soltanto, non si dà la possibilità di accedere all’amore che si manifesta oltre il visibile.
Nella coerenza e nella continuità dell’amore visibile-invisibile è il vero svelarsi rivelarsi dell’a-more intersoggettivo. Conoscibile a chi lo vive. Inconoscibile a chi crede ancora di poterlo riconoscere nell’immediatezza dello sguardo.
Chiamo pertanto OSCENO questo amore che resta a chi non ne ha fatto esperienza vivente FUORI DALLA SCENA, ossia fuori dallo sguardo immediato.
E tuttavia proprio questo amore, cosiddetto osceno, è l’amore vero.    
Il libro tratta anche approfondimenti su osceno   e la scena   con citazioni dall'opera di Baudrillard e poesie trattanti la dialogicità intersoggettiva.

___________________________________________________________________________________________________________________________________



Grazia Apisa Gloria - Amore che mi parli
Euro 20,00 - ISBN 978-88-89558-57-7


Libro di poesie della trasformazione

"Amore che mi parli"

Sei tornato a cercarmi
oltre il silenzio
Amore che mi parli
La tenda di luce
hai sollevato
e mi hai condotto
oltre il brusio del tempo
l’affollato parlare
senza ascolto
Il non ascolto
è dove tu non sei
Amore che mi parli
Tu sei voce che parla
nel silenzio
Sei il battito dell’Unica Parola
che tutti in uno abbraccia
Unico abbraccio
in unico Amore
Tu sei l’Eterno

"Io ti amo"

Io ti amo
qui dalla trasparenza
in cui mi vivo
disincarnata
Ti amo
oltre ciò che fu
oltre ciò che sarà
nell’andare
verso la fine
del tempo
che più non ci appartiene
ma ci sfiora
e divora
Io vado
verso il tempo
a venire
tu che sei
nella trasparenza
puoi comprendere
e vedermi con occhi
che attraversano
la luce e il buio
occhi che vedono
ciò che è
ancora nascosto
Noi andiamo
nell’invisibile
dell’amore
nell’essere
che sovrasta e trascende
ogni cielo
ogni lembo di terra
Così
mi allontano
pur restando vicina
Così
mi avvicino
allontanandomi

___________________________________________________________________________________________________________________________________

                  Leggi alcune poesie di Grazia Apisa Gloria

___________________________________________________________________________________________________________________________________


GRAZIA APISA GLORIA - Luce del silenzio - Ed. Golden Press - pp. 350 - ISBN 978-88-89558-29-4 - Prezzo di copertina: Euro 30,00

___________________________________________________________________________________________________________________________________

libro Il linguaggio dei sogni

GRAZIA APISA GLORIA - Il linguaggio dei sogni - La nuova logica del reale - Ed. Nuova Editrice Genovese - Formato 12 x 17 - Pagine 112 - Codice 91011
Nato da una trasmissione radiofonica sul sogno, una diretta con gli ascoltatori, tuttora in corso, questo tascabile propone 33 raccontini stimolo alla riflessione sui temi della vita quotidiana. Ogni raccontino o è ispirato a un sogno o tratta il reale stesso alla stregua di un sogno - come breve sintesi di un interrogativo che chiede risposta - ma soprattutto come stimolo a guardare il reale da una prospettiva nuova, che nasce dalla dimensione profonda, di cui la consapevolezza inconscia del sognatore è testimone.

GRAZIA APISA GLORIA - Stelle d'Igea - Ed. Silver Press - Formato 13 x 20 - Pagine 48 - Codice 91021
Un libro di favole, ispirate a un sogno, che tratta una nuova dimensione della coscienza. E' il tentativo del Soggetto profondo, che abita in ciascuno di noi, di rispondere agli interrogativi sul futuro dell'uomo e dell'Universo. E' una riflessione sulla nostra epoca per andare oltre, verso un nuovo che solo in pochi si è già fatto consapevole

libro Stelle d'Igea
libro Scacco matto alla ragione

GRAZIA APISA GLORIA - Scacco matto alla ragione - La strada di San Diego e 11 poesie - Ed. Silver Press - Formato 13 x 20 - Pagine 96 - Codice 91031
Sacco matto alla ragione è un racconto metafisico, tra il paradosso e l'ironia; Giulia, la protagonista, rappresenta l'autodistruggersi di una logica e di una civiltà che si rivolta contro se stessa. Evoluzione o involuzione? Questa è la domanda implicita al racconto. La schizofrenia è un male della nostra epoca, il sintomo di un'alienazione dell'uomo da se stesso. Recuperare la convergenza delle forze veramente umane significa tentare un "connubio impossibile". Ma fin dove impossibile? La negazione dell'umano, profeticamente adombrata nel finale del racconto, sembra essere l'unica alternativa a questa impotenza. La strada di San Diego è il racconto dell'impossibile superamento dell'interdipendenza nella relazione uomo-donna all'interno di una logica di separazione. E' una lettera d'amore a tutti gli uomini e a tutte le donne che amano.

GRAZIA APISA GLORIA - Ti amo - Dalla dialettica al dialogo - Ed. Silver Press - Formato 13 x 20 - Pagine 192 - Codice 91051

Attraverso i vissuti dell'Autrice tradotti in racconti, poesie, riflessioni, favole, la storia di un passaggio da un modo di amare fondato sulla dialettica, in cui i due della relazione si vedono come individui separati e dipendenti, ad un modo fondato sul dialogo, in cui i due si vedono nella loro reciprocità e libertà profonda.



libro Ti amo
libro Luce bianca sul sentiero

GRAZIA APISA GLORIA - Luce bianca nel sentiero - Ed. Silver Press - Formato 13 x 20 - Pagine 56 Codice 91041
E' un libro di poesie e brevi saggi sull'arte pittorica e sul sogno con due favole finali, ispirate a un dipinto del pittore e scenografo Carlo Peré.


GRAZIA APISA GLORIA - Senza traccia - Ed. Golden Press - Formato 13 x 20 - Pagine 132 -Codice 60051
Questa raccolta di poesie comprende scritti che vanno dal 1956 al 1995, selezionati dall'autrice e riletti alla luce di una nuova chiave di lettura della propria esperienza poetica. Questa nuova chiave di lettura è data al poeta dal suo riconoscersi soggetto parlante di una nuova dimensione del pensiero che induce l'essere a compiere il salto evolutivo oltre l'umano nell'incontro con l'altro dialogante come unico vivente.




libro Senza traccia
 
Torna ai contenuti | Torna al menu