Luisa Casiraghi Callegari - POESIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Luisa Casiraghi Callegari

Vetrina degli Autori

Luisa Casiraghi, coniugata Callegari, nasce a Brescia il 19 Maggio 1969.
All'età di un anno si trasferisce, con mamma Iolanda, papà Giancarlo ed il fratello maggiore Claudio, a Roma, dove vive fino al 1973.
All'età di 4 anni trasloca a Rieti, dove abiterà fino al 1985. A 16 anni, a causa del trasferimento di suo padre, lascia la sua carissima amica/sorella Iula,  a cui rimarrà per sempre legata, e tutti i suoi amici. Con la famiglia va ad abitare a Reggio Emilia, dove risiede attualmente.
Vive con il marito Amanzio, sposato nel 1998 e la figlia Danusia.
Diplomata in Ragioneria a Reggio Emilia, si laurea a Parma in Lettere Moderne - Indirizzo Teatrale.
Insieme alla famiglia ha visitato con interesse l'Italia (tutte le regioni), l'Europa (Spagna, Francia, Svizzera, Inghilterra, Germania, Austria, Grecia, Turchia, Ucraina, Bulgaria, Crimea, Polonia), l'Africa ed il Medio Oriente (Israele, Egitto, Tunisia), l'Asia (Birmania, Thailandia, Singapore, Malesia, Cina) e le Americhe (molti Stati degli USA e Messico).
Trascorre i momenti di riposo a Lerici (SP) ed ai Laghi del Cerreto (RE), dove spesso si rifugia a scrivere.

L'amore per il prossimo e la sensibilità per il dolore altrui la spingono a svolgere varie attività di volontariato:

" dal 1987 al 1990 presta servizio nell'Associazione Volontari Ospedalieri - Reparto Ortopedia;
" dal 1994 al 2001 insegna catechismo;
" nel 1996 fonda, insieme ad altri adulti, il Gruppo Italiano Adulti Fibrosi Cistica e ne sarà la Rappresentante fino al giugno del 2004.
" Dal 1993 svolge attività di Volontariato nell'Associazione di Assistenza Domiciliare EMMAUS   
" dal 1997 al 2006 fa parte del Direttivo dell'Associazione Emiliana per la Lotta alla Fibrosi Cistica ( ora Lega Italiana Fibrosi Cistica - Associazione Emiliana - ONLUS).
" Nel 2006 è entrata a far parte del comitato di redazione di "Emmaus Insieme", l'organo informativo di EMMAUS.
" Nel 2008 si iscrive nella lista speciale dell'Ordine dei Giornalisti di Bologna e diventa Direttore Responsabile di "Emmaus Insieme".

Amante della scrittura, crea il suo primo racconto alle elementari e ne fa dono alla sua maestra Silvana Lucci, che l'ha sempre incoraggiata a seguire il proprio talento.

Mentre frequenta l'Istituto Commerciale inizia il suo primo romanzo "AZALEA, IL SOLE SORGERA' ANCORA, PER TE" che non verrà mai ultimato e che è andato disperso.

Dal 1995 scrive articoli per riviste che si occupano di Fibrosi Cistica ("Fibrosi Cistica" e "Annual Report").

Partecipa a numerosi Concorsi Letterari:

" nel 1989 viene segnalata al Concorso "I giovani e la poesia" con la poesia "La città del Duemila";
" nel 1999 pubblica per la Lega Italiana delle Associazioni per la Lotta alla Fibrosi Cistica il racconto "L'agrifoglio magico";
" nel 2000 ottiene la lettera di piena Lode del Premio letterario "La lode" con la poesia "Nonno Ruggero";
" nel 2001 vince il Primo premio ex-aequo nel 1° Concorso Internazionale "Sulle ali della Fantasia" con la poesia "Panorami";
" nel 2002 ottiene la segnalazione al 2° Concorso Internazionale "Sulle ali della Fantasia", è finalista alla Prima Edizione del Premio Letterario Nazionale "Valeria" con le poesie "Nonno Ruggero" e "Ilaria e Ruggero"; nel 2003 riceve la lettera di Lode del Premio letterario "La lode" con le poesie "Per Giorgia" e "Canto d'amore";
" nel 2004 vince il Secondo premio ex-aequo nel Concorso Internazionale "Sulle ali della Fantasia" con la poesia "Per Giorgia" e viene insignita del Premio Letterario "L'intruso in Costa Smeralda" con il romanzo "Vita a rotelle" (1° posto nella giuria dei lettori).
" nel 2006 vince il Primo premio ex-aequo nel IV° Concorso Internazionale "Sulle ali della Fantasia" con la poesia "Fili";
" nel luglio 2006 termina il suo quarto romanzo "Tra le pagine di un diario" e partecipa al Concorso "L'incontro" bandito dalla Casa Editrice Golden Press .
" nel luglio 2007 termina il suo quinto romanzo "Al di là del cielo" e partecipa al Concorso "L'incontro" bandito dalla Casa Editrice Golden Press .
" nel luglio 2008 termina il suo sesto romanzo "F.C. la mia compagna di vita" e partecipa al Concorso "L'incontro" bandito dalla Casa Editrice Golden Press .
" nell'ottobre 2008 viene inserita nell'antologia "Poeti e novellieri contemporanei" edita da Golden Press.


ROMANZI PUBBLICATI:

" nel 2000 pubblica a sue spese il romanzo "MARILENA";

" nel 2002 pubblica, sempre a spese proprie, il romanzo "VITA A ROTELLE";

" nel 2005 pubblica il suo terzo romanzo "FIGLI DEL CIELO", scritto nel 2004;

" Nel 2009 pubblica, con Golden Press, "TRA LE PAGINE DI UN DIARIO" (scritto nel 2006), "AL DI LA' DEL CIELO" (scritto nel 2007) e "F.C. LA MIA COMPAGNA DI VITA" (scritto nel 2008).


ROMANZI IN ATTESA DI EDIZIONE:

" Nel 2009 invia al Concorso letterario "L'incontro" il romanzo "Nel cuore del labirinto"  (Storia della rivincita di una donna maltrattata dalla famiglia e dal marito)

Romanzi in via di sviluppo:

- "Una rosa nel nostro giardino" (Storia autobiografica di un'adozione  non conclusa)

- "Inseguendo un sogno" (Storia autobiografica del percorso adottivo)

- "GIAFC: un'avventura di impegno sociale ed amicizia" (Storia autobiografica che racconta l'inizio, la durata e la fine del Gruppo Italiano Adulti Fibrosi Cistica)

- "Una vita meravigliosa   (Storia di un missionario)

- "Inghiottita da un vortice goloso" (Storia vera di Monica Gardani, nella sua lotta contro la bulimia e la depressione)

- "Un lungo addio" (Storia di una donna che ha vissuto solo per suo padre e che, dopo la sua morte, scoprirà la sua vera storia)


Romanzi in previsione:

- "Padre a sedici anni" (La storia di "Marilena" vista dalla parte del padre).

LUISA CASIRAGHI CALLEGARI - Tra le pagine di un diario - Ed. Golden Press - pagg. 184 - Prezzo di copertina: Euro 12,00 - ISBN 978-88-89558-61-4

Nello splendido scenario di un antico borgo, in una atmosfera incantata, avvolta in un alone di mistero, la protagonista del racconto cattura l'attenzione coinvolgendo in una lettura inarrestabile.
Azalea, artista dal temperamento indomabile ma originale, vivace e libera da ogni costrizione, è una solitaria che vive tra i suoi amati monti.
"Sono un'artista, non ricordi? Se non vedessi la vita in ogni cosa che mi circonda, dipingerei soggetti senz'anima".
Per creare le sue opere, aspetta il momento dell'ispirazione, l'arrivo di un messaggio, l'impulso determinante che inali un soffio vitale alle sue creature inanimate. E' sensibile Azalea. Si impegna per svi-luppare al meglio le sue doti  artistiche riuscendo a recepire e catturare il linguaggio degli oggetti ma non quello delle persone. Il rapporto con la madre è conflittuale, carico di timore e ostilità, quello con i paesani è privo di partecipazione affettiva. Non ha bisogno di confrontarsi e parlare con loro per vendere. Le sue opere parlano da sé. L'amore  al momento non le interessa.
La sua vita procede dunque su un tracciato lineare sino al giorno in cui, un diario, con la copertina di pelle rossa, trovato in un mercatino di antiquariato, suscita in lei emozioni e curiosità tali da combinare, scombinare e trasformare la sua giovane esistenza. L'inizio della metamorfosi ha un nome: Francesco. Azalea è convinta sia lui l'uomo della sua vita.
Un meraviglioso sogno popolato da personaggi veri e immaginari la farà partire per un viaggio in luoghi inconoscibili.
Chi sarà la bella signora dai capelli rossi e dagli occhi verdi? Perché le ha lasciato una eredità? E che dire della profezia che con il suo magico potere trasforma ogni cosa? Troppe domande e poche risposte nebulose.
Un viaggio di andata e ritorno provvidenziali. L'incontro inaspettato con l'adorato padre, la guida di Teresa e i bambini, creature bisognose di cure e attenzioni, la faranno tornare rigenerata e con una nuova luce negli occhi ma anche disorientata. E' il momento del grande risveglio, di ristabilire l'armonia. Per troppo tempo ha attraversato da sorda e cieca le strade del mondo convinta di essere sola e ora sa che non è così.
Sembra una fiaba di fate e folletti in cui le tessere del mosaico, sapientemente mescolate riescono ad assumere, cammin facendo, l'esatta dimensione esistenziale e spirituale.
Romanzo dotato di grande fascino suggestivo in cui "forze estranee" a quelle della comune esperienza, riescono a far emergere quella verità che, se rivelata, non si può comprendere o dimostrare intrinsecamente ma che per il credente è questione di "Fede".
Anna Maria Ruggirello


LUISA CASIRAGHI CALLEGARI - Al di là del cielo - Ed. Golden Press - pagg. 184 - pagg. 98 - Prezzo di copertina: Euro 10,00 - ISBN 978-88-89558-56-0

Un romanzo  denso di significati il cui tema centrale della caducità della vita, risulta toccante al punto da lasciare un segno nella coscienza dei lettori.
Straordinaria la capacità di esprimere e comunicare, con scrittura fluida e quello stile inconfondibile che caratterizza la personalità dell'autrice, argomenti di rilevante incisività senza cadere nell'errore della semplificazione eccessiva.
Un libro che cattura sin dalle prime pagine sia  per i contenuti che per la sua originalità: il sincronismo nel raccontare la realtà terrena e quella trascendentale, in un viaggio parallelo dove l'una e l'altra fanno parte di un unico disegno.
Questa vita che per alcuni è "donata", per altri è una "semplice legge di conservazione della specie".
Fatto è che non è la nostra!
La libertà che tanto andiamo ricercando e rivendicando, di fatto ci pone dei limiti e di fronte all'ineluttabilità degli eventi, rimaniamo completamente disarmati.
E' attraverso un duro travaglio che la protagonista, nel riconsiderare tutte le contraddizioni dell'essere umano, riuscirà a risvegliarsi dalle false illusioni.
Dalla disperazione e dal dolore nasce dunque una nuova vita.
Indubbia la capacità della scrittrice di scuotere le anime da quella letargia, che tutto annienta, e far in-teriorizzare concetti attraverso interpretazioni metaforiche.
Un messaggio univoco rivolto ai credenti e ai non credenti per dare un senso alla propria vita e per non dimenticare che nel cammino chiamati a percorrere non siamo mai soli.
Laddove, dare un valore alla propria esistenza non vuol significare la ricerca spasmodica di benessere, comodità ed agi, rifuggendo il dolore, peraltro inevitabile all'uomo, quanto piuttosto di dare un ordine e una priorità a tutte le attese, e domande.
E' un racconto di dolore, speranze deluse e inganni ma soprattutto un romanzo d'amore eterno, di a-micizia,  di maternità, di vita e  luce.
Piuttosto che accontentarsi di un mero equilibrio che porta inevitabilmente ad equivoci d'ogni sorta, sarà mettendosi in "viaggio", alla ricerca della Verità che la protagonista, pur con tutte le difficoltà iniziali e un percorso non scevro da incertezze, grazie alla capacità di discernere, riuscirà ad attraversare il buio, a ritrovare la luce e ritornare nella giusta prospettiva.
Guardare allora al mondo con occhi nuovi, accettare le zone d'ombra senza riserve, consapevoli che tutto ruota attorno a quel "mistero" che nessun intelletto umano potrà mai svelare, capire che senza il suo opposto non  ci sarebbe il suo contrapposto, significa avere Fede.
Anna Maria Ruggirello


LUISA CASIRAGHI CALLAGARI - F. C. La mia compagna di vita - Ed. Golden Press - pagg. 200 - Prezzo di copertina: Euro 12,00 - ISBN 978-88-89558-60-7

Il libro di Luisa non è un libro autobiografico né tanto meno un vademecum del saper vivere.
L'intento dell'autrice, evidente già dal suo incipit, non è dunque quello di raccontare le sue vicende per-sonali, ma piuttosto quello di trattare un aspetto determinato e contingente della propria vita con un pre-ciso scopo: far tesoro della sua esperienza con la fedele compagna F.C. e darne testimonianza ai suoi let-tori, anche se, per quanto esaustiva possa essere "certe esperienze bisogna viverle sulla propria pelle"
Un grande gesto d'amore e di  altruismo. In un mondo in cui la diversità viene nascosta e non accettata, in cui viene sempre più accentuata la tendenza a escludere ogni valore altrui e il materialismo diffon-de in maniera prepotente,  l'autrice, con delicatezza e con grande serenità attinta dalla fede, apre il proprio animo, esponendo con schiettezza i propri pensieri e i propri sentimenti.
Dalla scrittura agile, non artefatta e priva di orpelli, riesce a coinvolgere il lettore introducendolo nei meandri di una vita fatta si di sofferenze e ansie ma anche di ardore sentimentale, laddove determinazio-ne, forza di volontà,sfide e lotte sono all'ordine del giorno.
Un libro rivolto a tutti, nessuno escluso, per un momento di sana riflessione. Con l'augurio che la sua esperienza possa essere la leva, la molla che proietti verso la propria conquista personale e che dia la forza di procedere con passo fermo e sicuro nel cammino intrapreso.
Il messaggio è forte e chiaro: E' necessario ristabilire l'ordine delle priorità senza lasciarsi turbare dalle piccole noie quotidiane. Non sempre è felice colui la cui esistenza si svolge in modo conforme ai propri desideri e aspettative, senza incidenti di percorso, ricolmo di beni e ricchezze. Non è l'assenza del dolore a rendere la vita eccezionale, quanto piut-tosto la capacità di trovare la propria serenità in mezzo alla sofferenza. Dispiaceri, mali, inconvenienti, non devono essere visti come ostacoli al proprio cammino ma piuttosto la possibilità di evitarne altri più gravi. Senza di loro non avremmo fatto le stesse scelte e la nostra vita avrebbe preso un'altra direzione, forse anche più dannosa per noi.
Non riuscendo nemmeno più a provare gratitudine per tutto ciò che abbiamo, siamo diventati esperti nell'arte del lamento, eppure... c'è sempre qualcosa di cui essere grati.
Ma come diceva Socrate "Chi non è contento di ciò che ha, non sarà contento di ciò che avrà".
Un racconto di autentica emozione, una storia u-nica e non solo, dal percorso acciottolato, a cui la scrittrice ha saputo dare un senso, un inno alla vita nonostante tutto.
Anna Maria Ruggirello

Torna ai contenuti | Torna al menu