Paola Carroli - Sogni d'inchiostro - POESIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Paola Carroli - Sogni d'inchiostro

Freschi di stampa
PAOLA CARROLI - Sogni d'inchiostro - Goden Press
ISBN  978-88-99042-15-8 - Prezzo di copertina: Euro 8,00

La parola “poesia” (poésis) deriva dal verbo gre-co poiéin, che significa “inventare, comporre, crea-re”. La poesia, infatti, è una forma d’arte che, attra-verso la scelta e l’accostamento di parole secondo leggi metriche, “crea” dei versi legati tra di loro da un suono musicale.
“La poesia è la ragione messa in musica” afferma il De Sanctis, critico e studioso di letteratura. Un’altra definizione, tra le molte, è quella di Barberi-Squarotti, che afferma: “La lettura della poesia non è mai un atto razionale, ma un incontro quasi mistico col suo ritmo segreto, con la sua vita rarefatta”.
I sogni, lunghi o brevi, piccoli o grandi che siano so-no spesso evanescenti e illusori. Per questo ho cerca-to di trascriverli su carta, prima che svanissero del tutto nella loro transitorietà e precarietà, così è nata la raccolta denominata Sogni d’inchiostro.
Essa è il frutto di fugaci pensieri poetici scritti tra il 2011 e il 2015, che abbraccia diverse tematiche a se-conda dell’ispirazione del momento: la lettura di un libro, una stagione che passa, le corse in bicicletta, il significato del Natale, la violenza o la bellezza del mare, il tempo che fugge, la meraviglia della neve che cade, le battaglie dell’esistenza simboleggiate dal gioco degli scacchi. Sognare vuol dire vivere o vivere significa sognare? Nessuna umana certezza!

L’autrice
 
Torna ai contenuti | Torna al menu