Poesia - Silvia Montefoschi - POESIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Poesia - Silvia Montefoschi

Vetrina degli Autori
Silvia Montefoschi

Silvia Montefoschi - Psicoanalista di fama mondiale


Silvia Montefoschi (Roma, 1926) è medico, biologo e psicoanalista; in  quest'ultima veste  è stata allieva di Ernst Bernhard. In precedenza membro della Società Internazionale di Psicologia Analitica e membro fondatore dell'Associazione Italiana di Psicologia Analitica, intorno al 1970 è uscita da entrambe le associazioni coerentemente con il rifiuto per quella che riteneva l'inevitabile identificazione dogmatica del pensiero nell'appartenenza ad una "scuola". Da allora numerosi gruppi si sono formati e sciolti attorno a Montefoschi, senza mai istituzionalizzarsi. Negli ultimi anni si è dedicata alla formazione di analisti e all'elaborazione del proprio pensiero.


Il contributo più importante di Montefoschi riguarda la riflessione sulla psicoanalisi come metodo conoscitivo che abbraccia progressivamente tutti gli aspetti del reale. Inizialmente il suo pensiero si caratterizza per l'interpretazione in chiave dialettica del pensiero junghiano. Successivamente, con "L'uno e l'altro" (1977) esplicita la relazione analitica tra analista e analizzando in senso relazionale, descrivendola come il passaggio dal rapporto di interdipendenza al rapporto di intersoggettività. L'intersoggettività tra analista e analizzando si realizza quando ciascuno riconosce l'altro come soggetto della relazione e non più come oggetto di soddisfacimento dei propri bisogni. In quest'ottica rilegge radicalmente tutto il metodo psicoanalitico. Il suo pensiero ha una svolta nel 1985 con la pubblicazione de "Il sistema uomo"; il passaggio dall'interdipendenza all'intersoggettività viene esteso oltre il rapporto psicoanalitico e applicato a tutta la conoscenza del reale. L'uomo, riflettendo su di sé, si accorge di essere Soggetto riflessivo e non si identifica più unicamente con l'Io e con la corporeità. Il Soggetto riflessivo coglie la propria coincidenza con l'Essere tutto del reale, anzi, è l'Essere stesso che conosce progressivamente se stesso attraverso il pensiero umano, culmine di tutta la storia della conoscenza della realtà. Nel 1987 con "Il principio cosmico o del tabù dell'incesto" Montefoschi aprirà l'ultima fase del suo pensiero. Il libro legge tutta la storia dell'universo come la progressiva evoluzione del Pensiero, che conosce se stesso attraverso le forme viventi che incarnano livelli di riflessione sempre più elevati ed ampi. Negli ultimi anni questo processo evolutivo è descritto più compiutamente: l'Essere (il Pensiero Uno) quale ideante, si dice nell'idea come effetto del suo ideare. Così l'universo passa dalla potenza all'atto sin dal primo momento del conoscersi, il big bang. In questa conoscenza, che necessariamente differenzia l'ideante (il soggetto) dall'idea (l'oggetto), l'Essere quale Pensiero Uno si frammenta via via nella materia. Come il termine uni-verso fa intendere, finalità ultima della conoscenza dell'Essere è quella di recuperare a sé in modo dialettico il Pensiero Uno, andando oltre la frammentarietà del reale. Per questo Montefoschi teorizza un ultimo salto riflessivo oltre il "sistema uomo", dove l'Essere si conoscerà originariamente come essere duale, intersoggettivo. La psicoanalisi, proprio come metodo di continua riflessione su di sé e sulla realtà, segna l'avvento di quest'ultimo salto evolutivo della conoscenza. Simbolicamente questo salto coincide con il recupero a sé del femminile da parte del Pensiero Uno che, sinora nella storia, si è vissuto solo come soggetto maschile. Infatti, all'uomo sempre è stato dato il ruolo di portatore del pensiero e dello spirito, mentre la donna si è sempre identificata nell'essere che doveva portare avanti l'oggettualità materiale della vita. Il testo che traccia quest'ultima tappa del pensiero di Montefoschi è in particolare: "La storia di colui che è, narrata in coloro che sono" (2005).


BIBLIOGRAFIA

"Fu una pioggia di stelle sul mio viso" (1952) [Poesie]

"Un tentativo di integrazione metodologica dei principali indirizzi della psicologia del profondo" (1964)

"Il simbolo dell'aldilà nella psicologia junghiana" (1968)

"La dialettica dell'esistenza nella mitologia greca" (1968)

"Al di là del principio di autorità. La concezione antropologica di C.G.Jung" (1968)

"L'uno e l'altro. Interdipendenza e intersoggettività nel rapporto psicoanalitico" (1977)

"Ruolo materno e identità personale. A proposito di movimento delle donne e psicoanalisi" (1978)

"Verso la fine dell'Edipo?" (1978)

"Oltre il confine della persona" (1979)

"Dialettica dell'inconscio" (1980)

"Aldilà del tabù dell'incesto. Psicoanalisi e conoscenza" (1982)

"Psicoanalisi e dialettica del reale" (1984)

"Il primo dirsi dell'essere nella parola: i miti cosmo-antropogonici" (1984)

"Il sistema uomo. Catastrofe e rinnovamento." (1985)

"C. G. Jung. Un pensiero in divenire" (1985)

"Essere nell'essere" (1986)

"La coscienza dell'uomo e il destino dell'universo" (1986)

"Il principio cosmico o del tabù dell'incesto. Storia della preistoria del verbo." (1987)

"La glorificazione del vivente nell'intersoggettività tra l'uno e l'altro" (1995) [Opera poetico-filosofica con 23 disegni dell'autrice]

"L'essere vero" (1996) [Contiene i seguenti scritti:  "Il Vivente" (1988) "Il dirsi del Vivente" (1995)

"La rivoluzione radicale del reale" (1996) "Storia dell'ultimo brano della storia universale: la psicoanalisi" (1996)

"Scherzo in attesa della fine del mondo 1.Preludio. 2.Scherzo. 3.Finale." (1996)

"Il duetto dell'uno." (1996) ]

"Dall'uno all'uno oltre l'universo" (1997)

"Il regno del figlio dell'uomo" (1997)

"Come fu che dio divenne l'uomo e l'uomo divenne dio" (1998)[Opera in due atti]

"Il bacio di Dio" (2000)

"Lucifero dinamica divina" (2000)

"Breviario d'amore" (2003)

"L'avvento del regno specificamente umano - Visione sistematica degli stati di coscienza umana nell'attuale momento storico  

attraversato dall'ultima mutazione" (2004)

"La storia di colui che è narrata in coloro che sono" (2005)

"Oltre l'Omega" (2006)

"L'ultimo tratto di percorso del Pensiero Uno - Escursione nella filosofia del XX secolo" (2006)

libro La glorificazione del vivente

SILVIA MONTEFOSCHI - La glorificazione del vivente nell'intersoggettività tra l'uno e l'altro (a cura di Grazia Apisa Gloria) - Ed. Golden Press - F.to 21x29,7 - pp. 96, con 23 disegni dell'Autrice - Cod. 60041 – Euro 25




abcdefg

libro Il bacio di Dio

SILVIA MONTEFOSCHI – Il bacio di Dio – poesie - Ed. Golden Press - F.to 13 x 19 - pp. 78 - Cod. 60391  – Euro 15


Torna ai contenuti | Torna al menu